post

Slitta l’accordo sugli incentivi per auto elettriche in Germania

La crisi europea sul tema dell’immigrazione stà monopolizzando l’attenzione dei governi dei vari stati membri, per trovare nuovi accordi, stabilire regole internazionali ed interne su come gestire i nuovi flussi migratori. In prima fila c’è anche la Germania, impegnata nella gestione delle proprie frontiere e nel tentativo di creare nuove regole internazionali condivise.

In questo clima di emergenza è slittato nuovamente l’accordo tra il Governo Centrale e Costruttori sugli incentivi per le automobili elettriche, di cui avevamo già parlato in un precedente articolo.

I costruttori ritengono infatti strategica l’adozione di appositi incentivi per favorire la diffusione dei veicoli elettrici e, di conseguenza, stimolare nuovi investimenti sulle infrastrutture dedicate. Non si tratta infatti solamente della rete delle colonnine di ricaricarica, ma è necessario contemporaneamente che venga adeguata la rete elettrica ed implementati sistemi di gestione. Ci riferiamo soprattutto alla interoperabilità delle colonnine, la loro integrazione con la rete, lo sviluppo di sistemi unificati di pagamento rapido.  L’insieme di questi servizi potrà rendere possibile la diffusione dei veicoli elettrici forse più dell’abbattimento del loro costo iniziale, che può essere limitato dagli incentivi tanto richiesti da tutti gli operatori del settore.

Fonte: Reuters

Leggi articolo Reuters

 

post

Anche Aston Martin si lancia nel settore Premium Full Electric

Nella ormai accesa corsa all’elettrico, Aston Martin non vuole rimanere al palo, anzi rilancia. Il prestigioso costruttore  britannico ha deciso infatti di non lasciare alla concorrenza il dominio del settore che può realmente trainare l’intero comparto nella declinazione elettrica, quello delle vetture ipersportive e premium. L’avventura è già iniziata, il progetto prenderà forma sulla base della bellissima Rapide S per svilupparsi in qualcosa di completamente nuovo nel prossimo futuro. Gli investimenti sono garantiti dal partner cinese, LeEco, che porta con se oltre al bagaglio tecnico anche il solito flusso di cassa (almeno quello iniziale) dovuto agli investitori asiatici, che grazie alle politiche del governo cinese trovano in quello delle auto sportive elettriche il miglior settore dove investire ingenti capitali.

Proponiamo alcuni articoli dedicati alla notizia:

Reuters (EN): http://goo.gl/XHSbJK

Aston Martin Official (EN): https://goo.gl/sQt9hr

Green Car Congress (EN): http://goo.gl/0LY8vP

CRI English (EN): http://goo.gl/3lDRNq

post

Volkswagen ed il progetto anti-Prius

Nascerà sulla base del progetto XL1, secondo quanto riportato dalla tedesca AutoBild, l’antagonista della Prius di casa Volkswagen. In programma per il 2018, il nuovo progetto XL3 non nascerà come versione elettrica di una auto già in produzione, ma sarà interamente progettata e pensata ex-novo, per meglio soddisfare le esigenze di una modernissima ibrida di nuova generazione. Dalle prime indiscrezioni sembra che la XL3 sarà una ibrida plug-in con un motore elettrico da 25kW ed una potenza totale di oltre 100kW, combinando assieme motore elettrico e motore endotermico. Nulla trapela sulla capacità e la chimica scelta per la batteria, mentre per il prezzo si parla di circa 30.000 euro.

Foto e articolo di AutoBild

post

In Germania nessun accordo, ma c’è la volontà

Si è conclusa senza risultati il vertice programmato tra la Cancelliera Merkel ed i dirigenti delle più grandi case automobilistiche tedesche . Mentre i vertici dirigenziali del settore automobilistico tedesco continuano a richiedere aiuti ed incentivi per le auto elettriche, nel governo la coalizione rimane divisa. Buoni segnali comunque dal ministro dell’economia tedesco, Sigmar Gabriel, il quale vuole proporre un piano di incentivi EV entro marzo. I grandi costruttori tedeschi sono seriamente impegnati nel rinnovo delle loro gamme, all’insegna dell’ibrido o del completamente elettrico. Fa riflettere quanto l’impegno sia importante sia a livello di city cars quanto di super sportive, settore quest’ultimo che permette l’adozione di nuove e trainanti tecnologie senza dover badare troppo ai costi.

Per approfondire:

Leggi articolo dedicato su Reuters:

http://goo.gl/HovgsK

Leggi articolo dedicato su Bloomberg :

http://goo.gl/v8uKJ4

post

PSA cambia strategia per i veicoli elettrici?

Il gruppo francese PSA, attualmente impegnato a fianco di Mitsubishi nello sviluppo e nella produzione di automobili elettriche, ha annunciato un nuovo partner che potrebbe  modificare completamente le strategie del gruppo nel settore dei veicoli elettrici. E’ stato infatti reso ufficiale l’accordo con i cinesi della Dongfeng che dovrebbe portare alla luce i primi modelli full electric nel 2020. Per ora la collaborazione con Mitsubishi non subirà modifiche, ma nel prossimo futuro le alleanze potrebbero subire pesanti modifiche, proprio a causa del nuovo progetto presentato a Francoforte qualche giorno fa che sancisce una nuova strategia a finaco di Dongfeng che è bene ricordarlo, detiene il 14% del gruppo PSA.

post

Nuovo sito, nuovo blog!

Con la pubblicazione del nostro nuovo sito abbiamo pensato anche ad un nuovo blog, che nasce con l’intenzione e la voglia di commentare le principali notizie, novità ed iniziative intraprese nel settore dei veicoli elettrici da grandi e piccoli players.
Nel rilancio di specifici articoli e notizie, cercheremo sempre di dare il nostro parere critico, sperando di stimolare la discussione in merito ad argomenti sia tecnici che commerciali.
Per non perdervi mai nulla, potete iniziare a seguire Privé anche nei principali social networks: buona lettura a tutti!

post

MEZZI ELETTRICI PER IL LAVORO

Non solo mezzi stradali.

Utilizziamo i powertrain elettrici per creare nuove macchine, in grado di lavorare a fianco dell’uomo senza inquinare.

Dal 2010 siamo impegnati nella progettazione di nuovi mezzi da lavoro, dedicati al settore delle costruzioni ed alla agricoltura. I concetti che ci ispirano sono legati alle reali esigenze di chi lavora in luoghi sensibili, come nelle cave, nelle gallerie, all’interno degli edifici o nei centri abitati. Per superare realmente i problemi relativi alle emissioni di gas, ai rumori, ai consumi occorre proporre macchine solide ed efficaci, oltre che efficienti. Le nostre macchine sono affidabili ed utilizzabili anche nelle condizioni più estreme che spesso si verificano in cantiere. Come le macchine diesel anche le macchine elettriche devono saper resistere agli urti, all’acqua ed agli agenti aggressivi, senza rinunciare alle prestazioni, che per noi devono essere superiori a quelle delle macchine tradizionali.

Attraverso l’esperienza, i brevetti ed una passione immensa per il nostro lavoro, grazie alla continua attività di ricerca e sviluppo offriamo soluzioni innovative ed in continua evoluzione.

post

Electric Earthmoving Machines Network

Together with my  teammates at Privé Srl we are working on Electric Earthmoving Machines  since 2010.

Our background experience comes from automotive sector, moving to earthmoving we had to change deeply our technical work considering that the two sectors (automotive-earth moving machineries) are quire different.

In earthmoving machines many movements are hydraulic, the components are exposed to heavy stresses and must be capable to work in extreme working conditions. We started using components quite different from the to the ones we were used in automotive sector. All the component: cables and accessories like displays, control levers as well as battery packs are tested to keep working under huge stress caused by the prolonged use in workplaces.

All our efforts have always been addressed to create machines that have equivalent performance of the diesel ones and also with the same feeling, to be driven by the same operators without the need to change the use .

The results obtained were so good that we want to share in a group on LinkedIn, where designers, builders and end users will be able to exchange views and experiences.

The group link is: https://www.linkedin.com/groups/Electric-Earthmoving-Machines-Network-6724747?home=&gid=6724747&trk=anet_ug_hm

 

post

Engineering for electric vehicles

Creare mezzi elettrici non significa soltanto azionare un motore, ma essere sicuri di farlo nella maniera più efficiente e sicura.

Privé è il partner ideale per la prototipazione e l’industrializzazione delle vostre idee.  Attraverso l’esperienza maturata in molti settori innovativi delle macchine elettriche (automotive, movimento terra, mezzi agricoli) Privé è in grado scegliere le soluzioni più sicure ed affidabili, di creare prodotti omologati o certificati, pronti per essere immessi nel mercato.

Privé è al vostro fianco per realizzare i progetti più ambiziosi ed impegnativi.